Consorzio Mozzarella di bufala Dop, tappa al Sial di Parigi

23
in foto Domenico Raimondo, presidente del Consorzio Mozzarella Dop

Tradizionalmente ambientata tra Paestum, il Vesuvio, la Reggia di Caserta e il Circeo, il fascino della bufala Dop si trasferisce all’ombra della Torre Eiffel. E’ quanto accadra’ a Parigi nell’esclusivo evento promosso in occasione del Salone Internazionale dell’Alimentazione (Sial, dal 21 al 25 ottobre nell’area espositiva di Paris Nord Villepinte) dai Consorzi di Tutela Mozzarella di Bufala Campana Dop e Grana Padano Dop per incontrare il mondo dell’informazione francese e raccontare queste due eccellenze italiane. A prepararle a cena sara’ colui che e’ stato considerato il miglior pizzaiolo del mondo dalla neonata classifica 50 Top Pizza, Franco Pepe, in una cornice unica, un vero e proprio “Fuori Salone” in programma la sera del 22 ottobre, ovvero una cena-crociera nel cuore della capitale sulle rive della Senna, a bordo del Bateaux Mouches. Per l’occasione e’ prevista una performance a quattro mani tra Pepe e lo chef francese Djibril Dame per una serata d’autore, ricca di contaminazioni. I due formaggi simbolo del Made in Italy a tavola hanno cosi’ scelto di allearsi anche all’estero, dopo il felice connubio al Cibus di Parma. Un’area espositiva (Hall 7 Stand E 110) e un claim comune: “C’e’ piu’ gusto a stare insieme”. La rassegna francese e’ il punto di incontro strategico per l’industria internazionale del food. Oltre 7mila aziende da 109 Paesi esporranno le loro produzioni, dagli ingredienti fino alle attrezzature in un vero e proprio viaggio intorno al globo, diviso in 21 settori espositivi. Proprio al Sial e’ interamente dedicato il nuovo numero di”Bufala News”, il magazine ufficiale del Consorzio di Tutela. “Per capire tendenze e innovazioni bisogna essere al Sial, perche’ l’appuntamento parigino e’ una fotografia della direzione di marcia del settore dell’alimentazione”, commenta il presidente del Consorzio Mozzarella Dop, Domenico Raimondo. Per il direttore del Consorzio, Pier Maria Saccani, “i francesi sono diventati i principali consumatori di formaggi italiani, tanto che quasi il 20% delle esportazioni complessive finisce proprio Oltralpe, in ulteriore aumento del 2% nel 2018”. “L’analisi delle esportazioni della mozzarella di bufala campana Dop riflette un analogo scenario – sottolinea ancora Saccani – Negli ultimi 10 anni l’export e’ incrementato di oltre il 100%, passando dal 15,6% al 32%. La Francia e’ il secondo Paese di destinazione delle nostre mozzarelle ed e’ molto innamorata della bufala campana. I numeri evidenziano che la Germania e’ tornata ad essere il primo importatore con una quota del 24,78%, superando la Francia, che si attesta al 22% ma ha guidato la classifica fino all’ultimo triennio”.