“Consulammoce”, a Napoli la festa dei consolati

50

“Consulamm…Oce”: Questo è il titolo dell’evento organizzato dalla napoletanissima Associazione di Promozione Sociale I Lazzari, per il giorno sabato 12 maggio 2018 (ingresso dalle ore 18,30) che si terrà, presso la Casa Pompeiana della Villa Comunale di Napoli, nell’ambito della manifestazione “Napoli CityHall” promossa dal Comune di Napoli -Assessorato alla Cultura. Il titolo gioca sulla terminologia inglese e napoletana: “Consulate” e “Consulammoce”, ovvero “consoliamoci con i Consolati Generali a Napoli”, proprio perché a questo spettacolo di musica classica napoletana alternata a musica a musica internazionale, sono stati invitati tutti e sette i Consoli Generali a Napoli (Francia, Jean-Paul Seytre – Senegal, Idrissa Séne, Spagna, José Luis Solano Gadea, Tunisia, Brahim Aouam – Ucraina, Viktor Hamotskiy, Usa, Mary Ellen Cointryman, e Venezuela, Amarilis Gutiérrez Graffe).  Una sorta di G8 interculturale che parte da Napoli e con il quale l’Associazione I Lazzari (ovvero il popolo napulitano), vuol “ringraziare” le comunità straniere residenti non solo in città, ma in tutto il meridione d’Italia. Un messaggio di pace e di fratellanza intrinseco da millenni nell’identità partenopea e che oggi, in un periodo molto difficile per tutto il mondo, si vuol rilanciare ancora più forte. Alla serata è stato invitato anche il Comune di Napoli nella persona del Sindaco, Luigi De Magistris, alcuni assessori , consiglieri, nonché esponenti del mondo della cultura napoletana, del giornalismo e dello spettacolo. L’artista protagonista dello spettacolo sarà il maestro Enrico Mosiello, socio benemerito de I Lazzari, che non solo interpreterà classici napoletani , ma si esibirà anche in spagnolo, in francese, in inglese, in portoghese e….napulitano. Piacevolissimi anche gli interventi dell’Associazione onlus “I Care” che da anni svolge la sua missione umanitaria in Uganda (che offrirà anche un buffet tutto napoletano ai presenti) e di Gennaro Morgese, figlio di Maddalena Cerasuolo, la partigiana napoletana che durante le quattro giornate di Napoli impedì ai nazisti di far saltare il ponte della Sanità (oggi a lei intitolato). Presenza fortemente voluta proprio a testimonianza che Napoli è città di pace, che accoglie ma che ripudia ogni forma d’oppressione. L’Associazione I Lazzari, che da quest’anno fa parte dell’ Aliante Europeenne des Langues Regionales (l’Associazione internazionale che riunisce tante identità del mondo a difesa delle culture e delle lingue locali), già da qualche anno opera, con puro spirito di volontariato, sul territorio regionale rilanciando la cultura napoletana attraverso rivisitazioni storiche (su tutte ricordiamo la tombola storica del 1734, in abiti d’epoca ed in lingua napoletana), corsi di lingua napoletana (ai quali hanno partecipato proprio alcuni Consoli) presso Enti, associazioni e scuole, rappresentazioni artistiche/canore dal ‘200 in poi, mostre fotografiche con didascalie in lingua napoletana e altro. La serata sarà presentata da Davide Brandi, presidente de I Lazzari e vice-presidente proprio dell’Alliance per la cultura e lingua napoletana. Per partecipare è semplice, basta contattare l’associazione I Lazzari.