Consulenti del lavoro, 60mila nuovi posti con i tirocini formativI

202

Grazie allo strumento del tirocinio formativo oltre il 60% dei progetti attivati dai delegati della Fondazione Lavoro a sei mesi dalla conclusione si trasforma in reale opportunità di occupazione per i giovani. E’ quanto emerge da un’indagine dell’osservatorio statistico dei Consulenti del lavoro. Tradotto in valore assoluto significa che negli ultimi 5 anni la rete della fondazione ha creato quasi 60mila posti di lavoro solamente utilizzando lo strumento del tirocinio. Osservando l’incidenza dei tirocini sul totale nazionale si nota che i Consulenti del lavoro nel 2013 gestivano il 4,9% dei tirocini, mentre nel 2018 il loro contributo è arrivato all’8,2% del totale. “I dati – ha dichiarato Vincenzo Silvestri, presidente della fondazione Consulenti per il lavoro – confermano che i tirocini si avvalgono della conoscenza delle reali esigenze aziendali, che permette l’inserimento di percorsi professionali mirati”. Negli ultimi 5 anni (2014-2018) sono 99.141 i tirocini conclusi promossi dalla Fondazione Lavoro. Di questi oltre il 60% (59.706 tirocini) sono sfociati entro 6 mesi in un contratto di lavoro, nel 38,7% dei casi con lo stesso datore di lavoro che ha ospitato il tirocinante e nel 21,5% con uno diverso. Dando poi uno sguardo alla tipologia di contrattualizzazione, nel 55,5% dei casi i tirocini si sono trasformati in un rapporto di lavoro a carattere permanente (il 20,3% a tempo indeterminato e il 35,2% in apprendistato). Nel 38,9% il tirocinio ha invece avuto come primo esito occupazionale un contratto a termine.