Consulenti del Lavoro, estranei a vicende Reggio Emilia Mantova Foggia

24

Roma, 4 mag. (Labitalia) – I Consulenti del Lavoro sono “estranei alle vicende di Reggio Emilia, Mantova e Foggia”. Lo precisa una nota del Consiglio nazionale dell’Ordine dei consulenti del lavoro. “Dalle verifiche del Consiglio Nazionale dell’Ordine emerge che non sono professionisti iscritti all’Albo le persone indagate nelle due operazioni. Non sono Consulenti del Lavoro iscritti all’Albo i quattro presunti professionisti implicati nelle vicende di Foggia, Reggio Emilia e Mantova”, sottolinea la nota.

“Stando agli articoli pubblicati oggi, l’operazione della Guardia di Finanza diFoggia “Mercanti nel Tempio”, ha portato all’esecuzione di 13 misure cautelari tra cui due presunti Consulenti del Lavoro che pilotavano e falsificavano controlli nei settori delle costruzioni, dell’agricoltura e del commercio di alimenti e bevande ottenendo in cambio benefici di vario genere”, spiega la nota.

“Per quanto riguarda, invece, la vicenda che ha interessato Mantova e Reggio Emilia l’accusa è pesantissima: corruzione. A finire nei guai secondo quanto si apprende dalla stampa anche due presunti professionisti appartenenti all’Ordine”, aggiunge la nota.

“Il Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro, appresa la notizia a mezzo stampa, ha avviato verifiche interne per accertare l’effettiva iscrizione all’Albo dei Consulenti del Lavoro che, si ricorda è consultabile da tutti sul sito nazionale www.consulentidellavoro.gov.it, oltre che sul sito internet del Consiglio Provinciale di appartenenza”, riporta la nota del Consiglio.

“Dalle verifiche effettuate dal Consiglio dell’Ordine in riferimento alle due operazioni è emerso quindi esito negativo. Da qui la presa di distanza e la richiesta di rettifica della notizia da parte del Consiglio Nazionale dell’Ordine che, per legge, vigila sull’operato dei professionisti iscritti”, conclude la nota.