Continua la crisi generale del mercato dell’auto, ma le vetture usate ed elettriche si rilanciano

84

La crisi del mercato dell’auto in Italia sembra aver raggiunto il picco negativo della curva e ci si aspetta che dal prossimo mese, forti anche dei nuovi incentivi all’acquisto promossi dal governo e dalla spinta data da auto usate, ibride ed elettriche, le vendite inizino a produrre un segno positivo.

Se nel complesso il mercato dell’auto ha fatto segnare anche a giugno un triste -23,1% di nuove immatricolazioni rispetto allo stesso mese del 2019, con un totale di 133.108 vetture, i segnali di risveglio del mercato si stanno facendo più intensi, in particolare grazie alla spinta di segmenti come ibride, elettriche ed auto usate, che rappresentano un acquisto sicuro per gli italiani in questi tempi di crisi. Non siamo ancora ai livelli della Francia, che a giugno fa già segnare un +1,2% di immatricolazioni rispetto all’anno scorso, ma sembra essere finalmente arrivata la svolta tanto attesa da tutti gli operatori del settore e va comunque tenuto conto che la situazione è difficile in tutta Europa, con l’ACEA – Associazione dei Produttori Auto Europei, che ha previsto un calo delle immatricolazioni del 25 per cento per il 2020 nel continente.

Andando ad analizzare nel dettaglio i dati presentati come ogni mese da UNRAE – Unione Nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri per il mercato italiano dell’auto, si scopre che i privati sono coloro che stanno reagendo più in fretta, contenendo i danni ad un -7,7% di vendite, mentre continua la crisi nera del noleggio con un -39,4% generale, che sprofonda a -72,4% nel caso del solo noleggio a breve termine. In totale i primi sei mesi di quest’anno hanno fatto segnare una discesa delle vendite del -45,9% con solo 588.183 immatricolazioni rispetto alle 1.087.671 del 2019. In poche parole mancano all’appello mezzo milione di autovetture, una cifra da far rizzare i capelli.

L’altro lato della medaglia è rappresentato da auto elettriche ed ibride che sono quelle che fanno segnare le migliori performance in termini di vendite. A giugno le immatricolazioni di auto elettriche sono cresciute del 53,2% rispetto al 2019, oltre ad un +84,4% per le ibride ed addirittura un +315,4% per le ibride elettriche plug-in, per le quali si registrano 1645 immatricolazioni.

Per quanto riguarda le autovetture usate, l’ultimo rapporto distribuito da ACI mostra che a giugno 2020, al netto delle minivolture (trasferimenti temporanei delle vetture ai concessionari) i passaggi di proprietà di auto usate sono aumentati del 6,6% rispetto ad un anno fa, ed in questo mese sono state vendute 191 automobili usate per ogni 100 vetture nuove, un dato superiore rispetto alla media di 183 fatta registrare dall’inizio di quest’anno. In totale, sono stati registrati 247.655 trasferimenti di auto usate, stimolati anche dalle vendite online.

La nuova normalità post-lockdown sembra infatti portare sempre di più la compravendita di automobili verso l’e-commerce, un settore che si sta rafforzando notevolmente negli ultimi tempi grazie alla presenza di operatori specializzati come autoo.it, portale dedicato integralmente alla compravendita di auto usate online. Automobilisti di tutte le età vanno alla ricerca del miglior rapporto qualità/prezzo, mentre l’ampio parco vetture delle piattaforme online e l’assistenza personalizzata offerta durante tutte le fasi dell’acquisto fa di questi portali un eccellente sostituto del concessionario fisico e stimolerà la ripresa del mercato dell’auto nei prossimi mesi.