Contratto di sviluppo Vesuvio-Pompei-Napoli, dal Governo in arrivo 73 mln di euro: via libera ai fondi

100
in foto Lucia Borgonzoni

E’ stato approvato e sottoscritto oggi, presso la palestra Grande del parco Archeologico di Pompei, dal Tavolo Istituzionale Cis “Vesuvio-Pompei-Napoli” il contratto Istituzionale di Sviluppo. Nell’ambito del Programma generale del Cis del valore di circa 300 milioni di euro, sono 14 gli interventi finanziati dal ministero della Cultura per un importo complessivo pari a circa 73 milioni di euro. In particolare, i progetti sono relativi al Fondo Sviluppo e Coesione (Fsc) del Mic e al Grande Progetto beni culturali (Bbcc). “L’investimento di 73 milioni di euro previsto dal ministero della Cultura si inserisce nel più ampio Contratto Istituzionale di Sviluppo ‘Vesuvio-Pompei-Napoli’ presentato oggi per il rilancio di Pompei e delle aree limitrofe. Questi fondi si sommano ai 194 milioni di euro finora stanziati dal Dicastero del Collegio Romano (nel complesso, ben 267 milioni). Pompei non è solo modello di gestione e valorizzazione di un sito archeologico che dialoga con i territori circostanti – un esempio per le politiche di rilancio culturale del nostro Paese – ma rappresenta anche un modello innovativo di monitoraggio e tutela dei beni culturali attraverso l’applicazione delle più avanzate tecnologie satellitari, come quelle utilizzate dal sistema Smart@Pompei”. Ad affermarlo è il sottosegretario di Stato per la Cultura Lucia Borgonzoni al parco Archeologico di Pompei per la sottoscrizione del Cis ‘Vesuvio-Pompei-Napoli’.
Presente il ministro per il Sud e la Coesione territoriale Mara Carfagna, presidente del Tavolo Istituzionale. Gli interventi, prevedono il restauro, la messa in sicurezza, oltre che la riqualificazione, valorizzazione e promozione culturale di siti eccezionali di forte interesse culturale, quali quelli di Pompei e di Ercolano e di altri importanti attrattori della Buffer zone strategici per i territori di riferimento come la reggia di Portici, la reggia di Quisisana, il sito di Oplontis, lo Spolettificio di Torre Annunziata. E’ stato designato, inoltre, in relazione alle competenze, quale responsabile Unico dell’attuazione, monitoraggio, valutazione e controllo degli interventi Mic, il direttore Generale del Grande Progetto Pompei – Unità Grande Pompei, Giovanni Di Blasio.
Gli interventi promossi dal ministero della Cultura (14 in totale) sono: parco Archeologico di Pompei, riallestimento del deposito archeologico dei Granai del Foro per il potenziamento della sua fruizione (975.000€); parco Archeologico di Pompei, ulteriori accessi all’Area Archeologica e creazione di nuovi percorsi Insula Occidentalis in Pompei (4.867.750€); parco Archeologico di Pompei, interventi necessari alla messa in sicurezza e al consolidamento e al restauro del fronte dell’Insula Meridionalis di Pompei, nella Regio VIII, insule 1 e 2 (32.182.250€); parco Archeologico di Ercolano, area archeologica di Ercolano (9.750.000€ ); soprintendenza Area Metropolitana Napoli, restauro scalone monumentale ingresso Reggia di Portici (1.800.000€); parco Archeologico di Pompei, restauro, valorizzazione e adeguamento funzionale del compendio demaniale denominato Spolettificio dell’Esercito (ex Real Fabbrica d’Armi) e del sito archeologico di Oplontis. Lotto 1 – Galleria Fuga (10.786.776€); parco Archeologico di Pompei, restauro, valorizzazione e adeguamento funzionale del compendio demaniale denominato Spolettificio dell’Esercito (ex Real Fabbrica d’Armi) e del sito archeologico di Oplontis. Lotto 2 – Falegnameria e depositi accessibili (3.047.659€).
Altri interventi sono: Unità Grande Pompei, lavori per la valorizzazione dell’Antica Spiaggia degli scavi di Ercolano ed il ricongiungimento alla visita della Villa dei Papiri negli scavi nuovi (3.437.480€); Unità Grande Pompei, restauro del patrimonio strategico comunale: palazzo Farnese – Facciate – Copertura. Messa in sicurezza – Lotto 1 Comune di Castellammare di Stabia (451.633€); Unità Grande Pompei, riqualificazione del fabbricato Comunale denominato ‘Casa Casella’ per la realizzazione del Museo del Vino (Comune di Trecase) (879.756€); Unità Grande Pompei, recupero e valorizzazione della Reggia e del parco borbonico di Quisisana in Castellammare di Stabia – Lavori di restauro e consolidamento della Colombaia (761.065€); Unità Grande Pompei Ridisegno ed organizzazione funzionale della Darsena con destinazione a superficie mista di parcheggio e area di svago (Comune di Torre Annunziata) (552.418€); Unità Grande Pompei. Lavori di completamento passeggiata Archeologica (Comune di Boscoreale) (1.200.026€); Unità Grande Pompei. Smartland@Pompei – Open data per il sistema turistico culturale integrato (2.600.000€).