Controlli gratuiti contro la sedentarietà nelle farmacie Apoteca Natura

35

Roma, 8 mag. (AdnKronos Salute) – Una persona su cinque non si rende conto di essere sedentaria, sottovalutando conseguenze e rischi che questo comporta per la salute, come sovrappeso e obesità. Per affrontare in concreto questa problematica e prevenirla, le farmacie della rete Apoteca Natura promuovono a maggio la Campagna nazionale ‘Più chilometri meno centimetri’: un servizio gratuito in tutta Italia che misura concretamente la sedentarietà, valuta la forma fisica e sensibilizza le persone per prevenire i problemi di salute. L’inziativa è realizzata con il sostegno della Società italiana di medicina generale (Simg) e la Società italiana di medicina dello sport e dell’esercizio (Simse).

Recandosi nelle farmacie Apoteca Natura sarà possibile valutare il proprio stato di salute in due step grazie alla compilazione del questionario dedicato al ‘Movimento’ e di quello sul ‘Peso’ e ricevere suggerimenti e consigli integrati.

Il primo questionario – spiegano gli organizzatori della campagna – ha 3 obiettivi: stimare i ‘Met’ consumati nell’arco della giornata in relazione alle proprie abitudini e stili di vita (il Met-Metabolic Equivalent Task è un’unità che esprime il costo di un esercizio in termini di energia ed ossigeno ed equivale a un consumo di ossigeno di 3,5 ml per kg di peso corporeo per minuto); identificare obiettivi di ‘Met’ ottimali, fornendo allo stesso tempo consigli personalizzati su come raggiungerli; individuare eventuali fattori di rischio per lo svolgimento dell’attività motoria, attraverso la misurazione con Pulsossimetro, un’apparecchiatura medica che rileva la saturazione di ossigeno nel sangue e la frequenza cardiaca.

Il secondo questionario, relativo al peso – proseguono gli organizzatori – si concentra sulla prevenzione dei rischi legati a sovrappeso e obesità, e ricerca eventuali comportamenti alimentari scorretti. Dalle domande del questionario sarà possibile creare la propria mappa del comportamento alimentare, per correggere eventuali errori di alimentazione e, compilando la scheda di misurazione antropometrica, valutare la distribuzione del grasso corporeo e le sue evoluzioni, fino a identificare possibili fattori di rischio che potrebbero suggerire l’intervento del proprio medico.