Convegno dei GI di Confindustria, Azzolina: Campania, scuole chiuse e giovani nei negozi

83
In foto Lucia Azzolina

I dati dicono che le scuole sono luoghi più sicuri di altri luoghi del Paese. Oggi gli studenti campani dove sono? Ho visto fotografie: sono nei centri commerciali, sono in giro per le strade, sono in giro per i negozi e non penso che questi siano luoghi più sicuri rispetto alla scuola”. Lo ha detto il ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina, intervenendo al 35° Convegno dei Giovani Imprenditori: #Futuri2020. “Io da sola non posso impugnare l’ordinanza, la decisione sarà, eventualmente, di tutto il governo. Il mio problema sono adesso gli studenti”. Sull’impugnazione del provvedimento di De Luca la Azzolina dice che “il ministro dell’Istruzione non ha il potere di aprire le scuole ne’ di chiuderle, la decisione se impugnare la decisione del governatore De Luca sarà di tutto il governo che ne parlerà, se lo riterra’ opportuno e necessario”. “Chiedo che ci sia massima attenzione nei confronti delle nuove generazioni, i giovani in questo Paese sono stati dimenticati abbastanza nel passato. Penso che questo governo li debba valorizzare il più possibile proprio partendo dalle scuole. L’ultima strada è quella di chiudere le scuole”, aggiunge. “Le scuole hanno già sofferto abbastanza nello scorso anno scolastico quando lo rivendico con grande senso di responsabilità abbiamo sospeso le attività didattica in presenza era necessario non eravamo pronti. Abbiamo salvato migliaia di vite umane”.