Cooperazione, asse Italia-Ecuador: nuovo bando per progetti del fondo Fieds

29
E’ stato presentato a Quito, in Ecuador, il nuovo bando per progetti di cooperazione nati dal Fondo Italo Ecuatoriano para el Desarrollo Sostenible, Fieds. L’iniziativa, “aperta agli enti pubblici e privati senza scopo di lucro” servirà a promuovere progetti di “riattivazione economica sostenibile”, “lotta contro la denutrizione cronica infantile” e “prevenzione e attenzione alla violenza di genere”, per un totale di 12 milioni di dollari. “Come governo italiano consideriamo che questo nuovo bando del Fieds con il ministero degli esteri dell’Ecuador rappresenti una vera opportunità di riscatto per alleviare la problematica a livello nazionale”, ha detto l’ambasciatrice d’Italia in Ecuador, Caterina Bertolini. “Con questo nuovo bando che stiamo lanciando avremo la possibilita’ di dare risposte alle necessita’ del Paese”, ha aggiunto Bertolini in un messaggio pubblicato sul proprio profilo Twitter. Si tratta, ha fatto eco il ministro degli Esteri dell’Ecuador, Juan Carlos Holguin, del “risultato del lavoro congiunto del ministero, dell’ambasciata d’Italia con l’appoggio della segreteria tecnica e amministrativa del programma Fieds”.

Il Fieds è strumento nato grazie all’accordo di conversione del debito firmato dai due paesi nel 2016, seconda fase di un analogo protocollo che per dieci anni aveva garantito assistenza a 115 iniziative di sviluppo. Come annunciato dal codirettore italiano del Fieds, Pietro Graziani, sulla pagina web del programma si trovano “tutti i requisiti necessari per partecipare”. Il primo segmento, “riattivazione economica sostenibile” dovra’ migliorare “le condizioni di vita delle associazioni dei piccoli produttori e dell’economia popolare e solidale”. Programmi per i quali si stanziano sei milioni di dollari in favore per stimolate “le imprese turistiche legate alla conservazione del patrimonio culturale” e le azioni per “l’economia circolare”. 

3,75 milioni di dollari destinati a combattere “la lotta alla denutrizione cronica infantile” verranno assegnati con l’impegno di “rafforzare la sicurezza e la sovranita’ alimentare delle famiglie vulnerabili, rafforzando le azioni di educazione e sensibilizzazione nelle famiglie”, cosi’ come istruire gli operatori socio-sanitari nell’attenzione alle gestanti e ai bambini. Infine, si stanziano 2,25 milioni di dollari per “promuovere meccanismi e azioni concrete che permettano di prevenire la violenza di genere, così come di dare la giusta attenzione” ai casi gia’ registrati.