Coppa Italia, Milan in semifinale

12

Milano, 28 gen. (Adnkronos) – Hakan Calhanoglu e Zlatan Ibrahimovic stendono il Torino 4-2 nei tempi supplementari e regalano la semifinale di Coppa Italia al Milan. Il numero 10 turco ha prima segnato il gol del 2-2 al 91′ (dopo la rete di Bonaventura al 12′) portando i rossoneri all’extra-time e poi ha siglato al 1′ del secondo tempo supplementare la rete del 3-2. Mentre lo svedese dopo aver fallito una clamorosa occasione nel recupero dei tempi regolamentari ha siglato la rete del definitivo 4-2.

Una gara giocata bene dal Torino almeno nei 90′, con il brasiliano Gleison Bremer che con la doppietta stava per regalare il successo alla squadra di Mazzarri. Grazie a questa vittoria invece sono i rossoneri che si qualificano per le semifinali con la Juventus. La squadra di Mazzarri soffre nella prima parte di gara ma poi reagisce e si riprende, e quando sta per chiudere la sfida subisce il 2-2 e poi crolla nei supplementari, non riuscendo a trovare un successo dopo il duro ko in campionato 7-0 con l’Atalanta. Il Milan, invece, allunga la striscia di vittorie consecutive e si regala la doppia semifinale di Coppa con i bianconeri.

Pioli per la sfida si affida al turnover in attacco, dove tiene a riposo inizialmente Ibrahimovic e Leao e lancia dal primo minuto Rebic, al fianco di Piatek, mentre da parte sua Mazzarri, privo degli infortunati Ansaldi, Baselli e Zaza, schiera Berenguer e Verdi alle spalle di Belotti.

Al 7′ Milan pericoloso con Hernandez che viene liberato in area, ma preferisce cercare un compagno in mezzo anziché tirare e la difesa del Toro chiude. Al 12′ rossoneri in vantaggio: Verdi perde palla a centrocampo, Rebic se ne va a sinistra e mette al centro dove Bonaventura appoggia comodamente in rete. Commovente l’applauso poi al 24′ del primo tempo che San Siro riserva a Kobe Bryant, scomparso con la figlia in un incidente con l’elicottero. La squadra di Pioli continua a pressare e Castillejo ci prova da fuori, ma Sirigu devia in angolo.

Al 34′ il Toro pareggia: discesa di Bremer che recupera palla fuori dalla sua area e si proietta in avanti, riceve da Verdi e batte Donnarumma dopo una corsa di 60 metri, è 1-1. Nel finale di tempo la reazione della squadra rossonera, prima con Rebic che entra in area e calcia in porta, ma tiro viene deviato in angolo da Izzo; al 41′ gol annullato al Milan, sempre con Rebic che appoggia in rete da pochi passi sugli sviluppi di un calcio d’angolo, ma c’era stato un precedente tocco di mano di Piatek ravvisato dall’arbitro. Al 44′ Milan ancora pericoloso, cross di Hernandez dalla sinistra e Krunic si inserisce bene ma non inquadra la porta di testa.

Ad inizio ripresa il Torino si rifà vedere in avanti, Donnarumma esce a vuoto, si accende una mischia in area ma sul tiro di Belotti salva Kjaer. Risponde poco dopo il Milan con Romagnoli che stacca di testa ma non trova la porta. Pioli cambia ed inserisce al 65′ Ibrahimovic al posto di Piatek fischiato. Al 71′ il Toro raddoppia: Ola Aina disegna un ottimo cross dalla sinistra e a centro area sbuca la testa di Bremer che segna la personale doppietta e porta avanti il Torino 2-1. Il tecnico rossonero allora manda in campo prima Leao o poi Calhanoglu per il forcing finale.

Ci provano in successione Ibra di testa ma il pallone termina alto e Calhanoglu dal limite ma il tiro viene murato. Al 91′ Calhanoglu calcia da fuori area e anche grazie ad una deviazione di Djiji batte Sirigu per l’insperato 2-2. Spinti dal gol i rossoneri sfiorano il colpaccio: al 93′ Leao mette in mezzo dalla sinistra ma Ibra sotto porta incredibilmente da due passi manda alto. Poco dopo ancora lo svedese calcia con potenza dall’interno dell’area ma Sirigu si allunga e devia in tuffo, portando la sfida ai tempi supplementari.

Subito occasione Milan al rientro in campo con Sirigu che salva su Calhanoglu, servito in area da Leao. Poi risponde il Toro con Ola Aina che calcia in diagonale ma Donnarumma respinge e De Silvestri non trova il tap-in vincente. Al 103′ ancora Milan vicino al gol, ma il doppio intervento di Sirigu su Hernandez salva il Toro.

Al 106′ il neo entrato Kessié serve in profondità Calhanoglu che trova un gran tiro sul palo lontano e segna il gol del 3-2 firmando la personale doppietta. Torino che accusa il colpo e dopo tre minuti cross di Castillejo dalla destra, sponda di Leao per Ibra che la piazza dove Sirigu non può arrivare per il 4-2. Lo svedese ci riprova con una botta su punizione ma Sirigu manda in angolo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here