Coque, tra tradizione e cucina 3.0: giovedì l’inaugurazione

268

È nato prima il Coque o la gallina? Già perché Coque, pur provenendo dal latino “cuocere”, si ispira liberamente ad uno dei simboli della terra, della gastronomia e della cucina 3.0. L’uovo, inteso come genesi, sorpresa e provocazione nel provare a riscrivere la storia di alcuni dei piatti più celebri della tradizione con la creatività e le esperienze maturate dallo staff. Il tutto a pochi passi dal Castel dell’Ovo (non a caso!!!) in Via Santa Lucia, 88, in un borgo intriso di storia e storie legate alla ristorazione e al gusto. Qui infatti c’era la Villa di Lucullo, quello dei famosi banchetti e qui, nel Grand Tour d’Italie, si sono alternati artisti mondiali e personaggi di dubbia fama che, in ogni caso, creano la leggenda. Menù di terra e di mare, cotture a bassa temperatura, un ambiente retró pieno di piccoli aneddoti e un pianoforte. Al Coque il gusto si riscopre con tutti i sensi.
Giovedì 8 febbraio alle 18 l’inaugurazione del locale.