Corbel, nuova open call per i ricercatori: accesso a tecnologie e servizi hi-tech

86

L’open call Corbel invita i ricercatori a fare domanda per accedere a tecnologie e servizi di oltre 20 strutture da 10 diverse infrastrutture di ricerca in tutta Europa. I progetti selezionati avranno l’opportunità senza precedenti di utilizzare una vasta gamma di tecnologie e servizi avanzati. Questi includono offerte all’avanguardia dai campi di imaging avanzato, biobanking, ricerca clinica e traslazionale, screening ad alto rendimento, biologia strutturale e biologia dei sistemi.
I costi per i viaggi saranno rimborsati da Corbel e l’accesso ai fornitori di servizi sarà concesso senza tariffa di accesso (potrebbero essere applicati costi aggiuntivi per i materiali di consumo). I progetti saranno supportati in ogni fase, con i project manager di CORBEL che aiutano gli scienziati a navigare tra diversi fornitori di servizi e sfruttare appieno il potenziale delle offerte disponibili. Per supportare i progetti del settore, il consorzio Corbel ha anche lanciato un ufficio per l’innovazione, costituito da un team esperto che si occupa di esigenze specifiche del settore quando si partecipa a questo bando (ad esempio per quanto riguarda gli accordi di proprietà intellettuale o di riservatezza).
Corbel – Coordinated Research Infrastructures Building Enduring Life-science services – è un progetto di Horizon2020 che unisce 13 infrastrutture di ricerca nel settore della scienza biologica e medica. In CORBEL, le infrastrutture di ricerca partecipanti estendono la loro cooperazione al fine di armonizzare l’accesso dei ricercatori alle loro tecnologie e servizi all’avanguardia stabilendo una piattaforma sostenibile di servizi che consentiranno un’ammissione più rapida e un portafoglio più ampio di tecnologie e servizi per potenziare i progetti di ricerca dal mondo accademico e industriale. Domande entro il 31 maggio.