Coronavirus, Adler in soccorso della Regione Campania: raccolta di fondi e via alla produzione di mascherine

324
in foto Paolo Scudieri

“In questa fase di emergenza sanitaria, il primo impegno è quello di contribuire alla salute di tutti, condizione imprescindibile anche per la ripresa economica. Per questo abbiamo deciso anche noi per quanto possibile di convertire la nostra attività per la produzione di mascherine e altri dispositivi di protezione individuale”. È quanto dichiara Paolo Scudieri, presidente di Adler Pelzer Group, multinazionale leader nella componentistica automotive, nell’annunciare l’impegno del gruppo per la produzione di mascherine e altri dispositivi di protezione per l’emergenza Covid-19.La produzione avverrà attraverso gli stabilimenti Mectex di Erba (Co) e Tecnofibre di Morra De Sanctis (Av), specializzati nel settore tessile. Per l’occasione è stato progettato un modello specifico di mascherina, il modello Italia, rispondente ai requisiti di legge e col vantaggio di essere poi completamente riciclabile nella produzione di componenti tessili per il settore auto, una volta terminato il ciclo di vita del prodotto (10 lavaggi). I proventi della vendita delle mascherine saranno in parte devoluti alla Fondazione Scudieri, per essere destinate alle strutture italiane che stanno affrontando l’emergenza sanitaria.
Parallelamente, la Fondazione Scudieri sostiene la raccolta fondi della Regione Campania “La Campania sa fare squadra. #noicisiamo”, con cui ognuno può donare con un versamento all’Iban IT38 V030 6903 4961 0000 0046 030, causale “Covid-19 donazione”. Il supporto della Fondazione Scudieri alla Regione Campania consiste anche nell’attivare una rete internazionale finalizzata a reperire nuovi prodotti, strumenti e tecnologie per la prevenzione e la cura.