Coronavirus, Alfino (Federfiori): Vendita al dettaglio, attività consentita o no? Il Governo faccia chiarezza

3765
In foto Rosario Alfino

Il governo “chiarisca se è consentita la vendita al dettaglio di fiori e piante”. Lo chiede Federfiori-Confcommercio, dal momento che il decreto del 22 marzo esclude che le attività di fioristi al dettaglio con codice Ateco 47.76.10 possano riaprire al pubblico, mentre la ministra delle Politiche agricole e forestali, Teresa Bellanova, ha affermato su Facebook che i fioristi possono riprendere le attività. “Secondo il Decreto – sottolinea Federfiori – le attività che possono commercializzare fiori e piante sono quelle connesse alla loro produzione, quindi solo ed esclusivamente quelle con codice Ateco 01, che in realtà non avevano mai smesso di operare. Inoltre, ci chiediamo, come fanno i supermercati che non sono coltivatori diretti e quindi non in possesso del codice Ateco 01, a vendere fiori e piante al dettaglio?”. “Va fatta immediata chiarezza sui codici Ateco – afferma il presidente di Federfiori-Confcommercio, Rosario Alfino – e sulle attività che possono rimanere aperte per evitare agli operatori di incorrere in sanzioni amministrative e penali”.