Coronavirus, Capri: un comitato per la fase 2. Il sindaco chiama a raccolta imprenditori ed associazioni 

130
In foto la Piazzetta di Capri
Il sindaco di Capri Marino Lembo ha costituito un organismo di coordinamento prima della partenza la Fase 2 del post emergenza Covid-19. Il sindaco, spiega nella lettera inviata ad imprenditori, albegatori ed ai presidenti delle varie associazioni presenti sull’isola, illustra la battaglia che ormai da sei settimane l’amministrazione sta portando avanti per preservare l’isola dall’attacco del Covid 19, “un nemico invisibile ed insidioso – sottolinea il sindaco – per l’intera comunità e che rischia di incidere fortemente sul futuro dell’economia turistica isolana”. Nel sottolineare i positivi risultato ottenuti nella prevenzione del contagio sull’isola dove si sono registrati solo due casi di contagio di importazione e nessun focolaio autoctono tanto da far parlare in positivo addirittura di modello Capri, il sindaco ha poi annunciato la decisione assunta e cioè di costituire da subito, un organismo di coordinamento con funzioni istruttorie tra Amministrazione, categorie e associazioni e di aver affidato il ruolo di coordinamento all’assessore Paola Mazzina. “L’obiettivo principale che mi sono proposto – spiega il sindaco di Capri – è quello di creare uno spazio di confronto e di riflessione sulla prossima fase per l’elaborazione di proposte concrete che, oltre la mia persona, vedrà coinvolti di volta in volta secondo gli argomenti trattati, gli assessori con delega specifica ed i consiglieri competenti”. “Il mio desiderio – ha concluso il sindaco – è discutere e condividere con voi, nei tempi e con i modi che l’attuale situazione consentirà, la costruzione della seconda fase nello spirito di fornire, come nelle migliori tradizioni della nostra Isola, all’insegna della sicurezza la migliore immagine di accoglienza” conclude il sindaco nel documento inviato ai rappresentanti dei vari settori della vita economica e sociale.