Coronavirus, Cfi: ‘Dal Veneto all’Emilia Romagna le cooperative che sfidano la crisi’

15

Roma, 22 dic. (Adnkronos/Labitalia) – Capacità di guardare al futuro, resistenza, volontà di mettersi in gioco in uno dei momenti economicamente più difficili degli ultimi decenni. C’è un mondo, nel comparto delle cooperative costituite da lavoratori di imprese in crisi che rilevano l’attività (workers buyout), che non solo non si è fermato, ma che, durante il 2020, ha rilanciato, investendo in macchinari e risorse. Una voglia di ripresa e ripartenza che ha visto in prima linea Cfi- Cooperazione finanza impresa, investitore istituzionale, che sostiene, con i fondi della Legge Marcora, la nascita di nuove imprese cooperative e progetti di consolidamento o riconversione produttiva. Nel 2020 Cfi ha deliberato 56 interventi con oltre 20 milioni di investimenti. Un piano importante per dare ossigeno a quelle realtà che durante la pandemia hanno cercato una nuova occasione per andare avanti.