Coronavirus, Comune di Napoli: una piattaforma on line per la didattica a distanza e pc a casa per gli alunni

335
in foto Annamaria Palmieri, assessore alla Scuola del Comune di Napoli

“È stata attivata la piattaforma www.connessiallascuola.com realizzata dall’assessorato alla Scuola del Comune di Napoli per poter dare alle scuole di tutta la città uno spazio di condivisione delle esperienze che si stanno realizzando ‘a distanza’”. Lo ha fatto sapere l’assessore del Comune di Napoli Annamaria Palmieri. “Dalle attività praticate nella fascia dell’infanzia (video e laboratori rivolti ai più piccoli, moltissimi provenienti dalle scuole comunali) a quei prodotti artistici – ha proseguito Palmieri – musicali, creativi che i ragazzi e le ragazze di tutte le fasce d’età hanno realizzato con l’ausilio dei propri insegnanti. Ogni scuola può inviare materiale per arricchire la piattaforma, che vuol diventare un luogo collettivo di documentazione didattico-educativa che travalicherà l’emergenza. Un’altra importante funzione del sito è quella di collegare le scuole con i programmi realizzati sia per la fascia d’età 0-6 sia per la fascia 11-17, finanziati dal Comune per il contrasto alla dispersione scolastica o dall’impresa sociale Con i bambini. I progetti di Maestri di strada, associazione Quartieri Spagnoli, Orsa Maggiore, L’uomo e il legno, Save the Children, Dedalus, cui vanno aggiunti i progetti per l’infanzia Nest, Un villaggio per crescere, Tikiri, Mission bambini, coprono l’intera area cittadina”. “Le scuole, gli insegnanti stessi – ha aggiunto Palmieri – possono contattare le associazioni e avvalersi del loro supporto anche per agganciare i ragazzi più problematici e chiedere ausilio per le famiglie. Inoltre attraverso l’invio al sito del materiale autoprodotto le scuole attivano una diversa idea della Dad, intesa come Dialogo a distanza e scambio di belle pratiche, molte del tutto artigianali ma davvero emozionanti”. Prosegue inoltre il lavoro del Comune a supporto delle scuole che abbiano bisogno di far recapitare tablet e PC alle famiglie degli alunni: il personale di Napoli servizi che si occupa del ritiro e trasporto ha già efficacemente risposto alle richieste di decine di scuole cittadine, coprendone circa 2 al giorno, ciascuna con almeno 30-40 tablet da consegnare. Per richiedere questo servizio basta una mail a info@napoliservizi.com, a inclusione.sociale@comune.Napoli.it e all’Assessorato all’istruzione : si sarà raggiunti da una telefonata per fissare l’appuntamento.“Le scuole dichiarano grande soddisfazione per la gentilezza e l’efficienza della Napoli servizi: non possiamo che esserne soddisfatti perché è un altro modo in cui il Comune testimonia di essere al loro fianco in questo difficile momento con ogni risorsa disponibile, nel segno della solidarietà” cosi l’assessore Palmieri.