Coronavirus, Confcommercio Campania a De Luca: Alt a tasse e oneri contributivi per le Pmi

113
In foto Pasquale Russo

Confcommercio Campania ha raccolto l’appello lanciato dal presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca a tutte le associazioni di categoria allo scopo di raccogliere proposte per dare sostegno alle imprese. “È necessario e urgente intervenire subito e ci auguriamo che la Regione faccia fino in fondo la propria parte adempiendo alle proprie competenze, perché il sistema delle imprese si trova ad affrontare un momento cruciale che segnerà il destino di numerosi imprenditori e lavoratori per molti mesi a venire”, dichiara il direttore generale di Confcommercio Campania Pasquale Russo. “Per esempio – aggiunge – utilizzando subito i fondi Fesr sia quello della vecchia programmazione sia quelli al momento previsti per i sette anni a venire. Inoltre sarebbe necessario far arrivare subito le risorse stanziate per il bando regionale a favore delle imprese del Commercio”. Queste le proposte consegnate oggi al presidente De Luca: sospensione per 6 mesi degli adempimenti fiscali, contributivi e previdenziali, eliminando il limite di fatturato di 2 milioni di euro, eccessivamente penalizzante per le piccole e medie imprese; linee di credito a tassi agevolati per il finanziamento scorte ed il pagamento dei fornitori assistite da garanzia pubblica al 90%; soppressione delle imposte locali per l’anno 2020 (Tari, Cosap, Imposta pubblicità) a carico delle imprese; semplificazione accesso alla Cassa integrazione in deroga ed al Fondo integrazione salariale; accelerazione dei pagamenti ai lavoratori, da iniziare entro il mese nel quale è stata effettuata la richiesta e comunque non oltre 15 giorni dalla medesima.