Coronavirus, costiera amalfitana chiusa a chi non prenota. Molti turisti costretti ad andar via

1629
in foto la costiera amalfitana

“Abbiamo messo al primo posto la sicurezza. Abbiamo chiuso a tutti coloro i quali non avevano prenotato il posto in spiaggia e in tanti hanno dovuto fare rientro. Anche nei ristoranti non sono stati concessi ingressi senza prenotazione. In Costiera Amalfitana tutte le spiagge sono state regolamentate, anche quelle libere con ingressi contingentati, termoscanner per la temperatura, registrazione dei dati anagrafici e anche del numero di telefonino”. Così Andrea Reale, delegato alla Sanità per la Conferenza dei Sindaci della Costiera Amalfitana e sindaco di Minori. Insomma, “abbiamo detto di no ai tanti che sono venuti senza prenotare un posto – spiega Reale – La prenotazione garantisce tracciabilità e controlli. E’ stato inutile anche spostarsi da un lido ad un altro, da un borgo all’altro e questo non solo perché la Costiera ha fatto registrare il tutto esaurito ma anche perché in assenza di prenotazione nessuno ha avuto accesso alle spiagge. Inoltre lettini e stalli sono stati sanificati ad ogni cambio di persone e comunque vengono disinfettati costantemente”.
“Ricordo – continua il sindaco di Minori – che subito dopo il lockdown siamo stati uno dei pochi luoghi turistici dove i tamponi sono stati fatti a tutti gli operatori del settore”. Per quanto riguarda i festeggiamenti di Ferragosto “niente fuochi d’artificio ma gli eventi, in piena sicurezza, non hanno abbandonato la Costiera. Abbiamo dato spazio alla musica, al teatro, al cinema. Un Ferragosto in piena sicurezza come in piena sicurezza sta proseguendo l’Estate in Costiera. Ricordiamo l’obbligo della mascherina negli ambienti chiusi, ma in alcune città c’è obbligo di mascherina anche all’aria aperta e comunque la raccomandiamo sempre. Ricordiamo di igienizzare le mani, di indossare la mascherina negli alberghi e nei ristoranti. Agli ingressi si registrano i dati anagrafici e numero di cellulare. Tutte regole che valgono anche per le spiagge con divieto assoluto di assembramenti. Obbligo anche di distanziamento”. “Alberghi, ristoranti, locali, negozi, sono sicuri ed anche la spa romana che è possibile fare in Costiera Amalfitana è sicura con precisi interventi di sanificazione tra un cambio e l’altro”, conclude.