Coronavirus: Eurofer a Ue, settore a rischio, adattare protezione acciaio all’era post Covid

24

Roma, 8 giu. (Adnkronos) – “La sopravvivenza dell’industria siderurgica europea è a rischio ulteriore, perché la proposta della Commissione Ue di revisione della salvaguardia dell’acciaio non considera il forte crollo della domanda a seguito della pandemia di Covid. Il contingente esente da tariffe dovrebbe riflettere la domanda siderurgica dell’Ue. Il settore siderurgico europeo è profondamente deluso dal fatto che la Commissione e molti governi dell’Ue non abbiano ancora deciso di prendere in considerazione questo aspetto”. A suonare il campanello d’allarme sono gli amministratori delegati dell’industria siderurgica, tra cui figurano tra gli altri Geert Van Poelvoorde, il Ceo di ArcelorMittal Europe – Flat Products e presidente di Eurofer, Henrik Adam, il Ceo di Tata Steel Europe e Mario Caldonazzo, Ceo di Arvedi e vice presidente di Federacciai, sottolineando la necessità che l’Ue prenda delle misure di protezione dell’acciaio tenendo in considerazione il mondo post-Covid.