Coronavirus, farmacista Alzano: “Davamo ascolto oltre a farmaci, emerso nostro ruolo sanitario”

18

Roma, 7 mag. (Adnkronos Salute) – Umanità, ascolto, informazioni e soprattutto parole di conforto. Chiedevano questo le persone, soprattutto all’inizio e nel pieno dell’emergenza Covid-19, “e noi siamo stati un punto di riferimento sul territorio, spesso l’unico. Siamo stati i soli ‘camici bianchi’ disposti a dispensare non solo farmaci, ma attenzione”. A parlare all’Adnkronos Salute è Andrea Raciti, titolare di una farmacia di Alzano Lombardo, tra i comuni della Bergamasca duramente colpiti dall’epidemia, che dalla sua farmacia, proprio di fronte all’ospedale, ha vissuto in prima linea l’emergenza. Una crisi “in cui i farmacisti – denuncia – sono stati lasciati soli, ma che ha evidenziato il ruolo sanitario primario di questa figura, che le istituzioni ora devono valorizzare”.