Coronavirus, l’Asl Na1 prepara il piano di chiusura dei reparti

17

“Abbiamo avviato una serie di riunioni con tutti i direttori degli ospedali di Napoli per decidere un piano di chiusure di reparti, senza interrompere l’assistenza sanitaria ma garantendo l’ampliamento richiesto dall’Unita’ di crisi dei posti letto per il covid19”. Lo afferma all’Ansa Ciro Verdoliva, direttore generale dell’Asl Napoli 1 che ha convocato in una riunione online i responsabili dei nosocomi partenopei. “A breve inviamo alla Regione il nostro piano – spiega Verdoliva – per avere l’approvazione finale e procedere. La sospensione delle attivita’ del regime di elezione partita da oggi ci consente di effettuare solo gli interventi urgenti e ci permette di recuperare spazi e personale tra cui gli anestesisti”. Il regime di elezione fermato da oggi in Campania vale circa il 15% dell’attivita’ degli ospedali. Verdoliva si sofferma anche sulle difficolta’ del tracciamento che fanno le Asl con gli attuali numeri dei contagi: “Sicuramente e’ un’operazione – spiega Verdoliva – piu’ complicata perche’ il numero delle persone da tracciare e’ molto alto. Ad esempio con i 1127 positivi di ieri abbiamo 4523 in sorveglianza domiciliare perche’ contatti stretti dei positivi, 3.995 positivi che sono in isolamento domiciliare, 160 ricoverati di cui 16 in terapia intensiva per un totale di 8.678 persone. Ricordo che ad esempio al 20 agosto avevamo 503 persone in sorveglianza domiciliare, 305 positivi e 19 ricoverati per un totale di 827 persone. Attualmente sul tracciamento siamo in difficolta’ nella Asl Napoli 1 lavorano a questo 60 infermieri e da lunedi’ ne avremo altri 20 assunti a tempo determinato”.