Coronavirus, Napoli: da Mauritius nave con 781 a bordo. De Luca: No all’attracco. A terra solo i 105 italiani

217

Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, cita tra le criticità una “nave da crociera che proviene dalle Mauritius, dopo una sosta in India, e che vorrebbe attraccare nel porto Napoli”. “Tenete conto che abbiamo già accettato di far sbarcare nel porto di Salerno, credo lunedì, una nave che proviene da Tunisi e che riporta 105 nostri connazionali – ha spiegato in diretta Fb – era doveroso riportarli in patria. Faremo controlli doverosi per tutti i cittadini sia sulla nave, sia quando sbarcano. Cercheremo di fare kit rapidi per avere un minimo di tranquillità”. “Adesso però c’è questa nave con 781 membri di equipaggio dei quali solo 113 italiani – aggiunge – Gli italiani possono e devono sbarcare ma abbiamo altri cittadini, ad iniziare dai filippini, per i quali lo stesso governo filippino ha chiuso le frontiere. L’armatore vorrebbe restare in porto per 15 giorni, noi da giorni stiamo dicendo che questa cosa non è possibile perché il porto di Napoli è nel cuore della città e non possiamo consentirci di avere movimenti che rischiano di portarci altri focolai”.