Coronavirus: parenti Trivulzio chiedono aiuto al prefetto, ‘visite ancora bloccate’

18

Milano, 1 giu. (Adnkronos) – I parenti dei degenti ospiti al Pio Albergo Trivulzio chiedono un incontro al prefetto di Milano perché le visite sono ancora bloccate. “”Non possiamo più attendere. Chiediamo al Prefetto un incontro urgente per porre fine a questo blocco immotivato dei colloqui”, afferma Alessandro Azzoni, il portavoce del Comitato Verità e Giustizia per le vittime del Trivulzio. L’isolamento totale va avanti da tre mesi.