Coronavirus, Spadafora al Coni “Da lunedi’ possibile ok a sport”

71

ROMA (ITALPRESS) – Lo sport italiano resta bloccato fino a domenica per l’emergenza coronavirus. Ma da lunedi’ c’e’ una speranza, rilanciata dal ministro per le politiche giovanili e lo sport Vincenzo Spadafora durante il Consiglio nazionale del Coni: “Se i dati non ci danno indicazioni diverse, potrebbe anche darsi che da lunedi’ non prorogheremo lo stop agli eventi sportivi nelle sei regioni coinvolte (Lombardia, Veneto, Piemonte, Liguria, Friuli-Venezia Giulia ed Emilia Romagna, ndr). Dobbiamo vedere l’evoluzione dei prossimi giorni”. Intanto anche la Federazione italiana pallacanestro ha sospeso i campionati fino a domenica. Solo il calcio va avanti, anche se a porte chiuse nelle regioni coinvolte dall’emergenza. Nel frattempo lo sport italiano deve affrontare un altro problema: diversi Paesi stanno sollevando dubbi sull’opportunita’ di partecipare a eventi in Italia o contro squadre italiane. Il sindaco di Lione ha manifestato perplessita’ sull’arrivo di tifosi della Juventus per la Champions; il ministro degli Esteri ungherese ha chiesto alla squadra di basket femminile di Sopron di non giocare contro Schio, partita peraltro gia’ spostata a Lubiana; gli atleti azzurri del tiro a volo, attesi a Nicosia per la Coppa del mondo, potrebbero essere messi in quarantena, dall’Irlanda guardano con attenzione in vista del match del 6 Nazioni contro gli azzurri del 7 marzo. Situazioni che Spadafora ha promesso di affrontare insieme al ministero degli Esteri: “Parlero’ con il ministro Luigi Di Maio per fare chiarezza attraverso la Farnesina e la nostra diplomazia”, ha assicurato il ministro dello sport.
(ITALPRESS).

L’articolo Coronavirus, Spadafora al Coni “Da lunedi’ possibile ok a sport” proviene da Italpress.