Coronavirus: Tar respinge ricorso Regione Lombardia su e-commerce (2)

22

(Adnkronos) – Nel decreto cautelare del Tar era stata sospesa la parte dell’ordinanza dell’11 aprile che consentiva consegne a domicilio da parte degli operatori commerciali al dettaglio per “tutte le categorie merceologiche”, anche se non comprese nell’allegato del dpcm, e quindi ben oltre i beni di prima necessità. Quello che si attendono i sindacati è che le piattaforme e-commerce, da Amazon a Zalando, per citarne qualcuna, agiscano di conseguenza e rispettino le norme dei diversi decreti che si sono susseguiti.