Coronavirus: Zangrillo, ‘paura era giustificata, ai ragazzi dico di usare cautela’

56

Milano, 1 giu. (Adnkronos) – “Io ho semplicemente detto la verità, ho detto che quello che tutti i rianimatori e tutti i clinici di Italia osservano e cioè che l’evidenza clinica, la malattia provocata dal virus, è inesistente. Questa cosa ha fatto scalpore, a qualcuno probabilmente è dispiaciuto”. E’ quanto afferma Alberto Zangrillo, primario di anestesia e rianimazione al San Raffaele di Milano, intervistato a Quarta Repubblica. Tuttavia, precisa tornando sulla sua frase, “io non ho detto che il virus è mutuato, non è mutato. Non ho detto che si è attutito o è inesistente, ho osservato ciò che accade, poi di chi è merito non lo so”.