Corruzione: Montante, ‘fu Catanzaro a chiedere notizie della Ferrari del magistrato Marino’

30

Caltanissetta, 1 lug. (Adnkronos) – “Non ho mai chiesto informazioni sul dottor Nicolò Marino. Le uniche informazioni che ho chiesto riguardavano la targa della sua Ferrari, su sollecitazione del mio vice Giuseppe Catanzaro”. Lo ha detto Antonello Montante, l’ex Presidente degli industriali siciliani, imputato per associazione per delinquere finalizzata alla corruzione. “Un giorno venne a casa mia Catanzaro, il mio vice – dice – che era in contrasto da anni con Marino”. E ricorda: “Nel 2009, prima di fare l’assessore per Crocetta, mi chiese: ‘Che ne pensi?’. E io dissi: ‘un magistrato come te è giusto che dia un contributo”. “Catanzaro venne a casa mia e mi chiedeva del numero di targa di Marino”, rivela. “Non interessava a me – spiega – L’informazione è stata poi veicolata direttamente a Catanzaro”.