Cosme, 1 milione per percorsi sostenibili

66

Supportare progetti che promuovono percorsi di turismo transnazionale sia fisici che virtuali, stimolare la competitività dell’industria del turismo; incoraggiare la diversificazione dell’offerta di prodotti e servizi. C’è tempo fino al 7 Supportare progetti che promuovono percorsi di turismo transnazionale sia fisici che virtuali, stimolare la competitività dell’industria del turismo; incoraggiare la diversificazione dell’offerta di prodotti e servizi. C’è tempo fino al 7 ottobre per partecipare al bando Cosme promosso dalla Commissione europea con un budget di 1 milione di euro. I progetti devono puntare alla promozione di prodotti sostenibili transnazionali, come percorsi, itinerari, sentieri, attività sportive o di benessere collegati al turismo costiero e marittimo, di montagna o in campagna. Le proposte devono essere presentate da consorzi costituiti da persone giuridiche, completamente o parzialmente pubbliche o private e in particolare: autorità pubbliche governative e loro reti/associazioni a livello europeo, internazionale, nazionale, regionale e locale o altre organizzazioni che agiscono per conto di un’autorità pubblica governativa; istituti di istruzione/formazione (compresi università e centri di ricerca); agenzie di viaggio, tour operator e loro associazioni; Camere di commercio, camere dell’artigianato o organismi analoghi; organizzazioni no-profit/Ong, organizzazioni della società civile, fondazioni, think-tank e loro associazioni; reti o federazioni di enti pubblici o privati la cui attività principale rientri nei settori turismo, sviluppo regionale o altri campi strettamente collegati. E ancora, possono partecipare associazioni/organizzazioni internazionali, europee e nazionali attive nel turismo; imprese di dimensioni piccole e medie (Pmi) che operano nel settore e agenzie pubbliche o private per la promozione del turismo; enti pubblici e privati la cui attività principale rientri nei comparti del turismo, dello sviluppo regionale o in qualsiasi altro campo strettamente collegato all’oggetto del bando. Il proponente deve far parte di un partenariato transnazionale di almeno 5 diversi attori (di cui uno con funzioni di coordinatore) provenienti da almeno 4 diversi Stati ammissibili. Fra i partner ci devono essere almeno due Pmi che operano nel settore turistico.