Costiera Amalfitana, Ferraioli (Distretto Turistico): Il 2020 sarà l’anno della formazione professionale e della sostenibilità

360

“Il 2019 è stato un anno importante per la Costiera Amalfitana. Nel 2020 i progetti saranno tanti. Sarà l’anno della Formazione Professionale e della Sostenibilità”. Lo ha dichiarato Andrea Ferraioli, presidente del Distretto Turistico della Costiera Amalfitana.

Opportunità non solo per gli imprenditori che già investono in turismo ma anche per coloro i quali ricoprono mansioni nei vari settori dello sviluppo turistico e per le nuove generazioni sempre più attratte da questo tipo di attività.

“Le aziende hanno compreso che investire in formazione ha un ritorno certo. Ed ecco che con il Piano di Formazione 2020 – ha proseguito Ferraioli – siamo convinti di aver compiuto un passo in avanti. Abbiamo coinvolto i docenti della prestigiosa Scuola Holden di Torino per imparare a raccontare il territorio con il corso di storytelling. Dall’8 Gennaio in Costiera una sorta di Scuola del Turismo itinerante aperta a tutti e che abbraccerà l’intero territorio. Ben 17 Corsi di Formazione che saranno ai nastri di partenza già dopo Capodanno. Sfrutteremo le potenzialità del revenue management extra-alberghiero con il corso “Vivere di Turismo” di Danilo Beltrante e Giuseppe Murina. Scopriremo le strategie da mettere in campo nel web marketing turistico con la prima di Giuseppe Arturo. Inoltre, toccheremo il mondo del vino con il corso di Nicoletta Gargiulo, Presidente Regionale Associazione Italiana Sommelier (Ais) e con Alessia Canarino ed il suo “Let’s speak of wine”. Michele Armano ci insegnerà come impostare un menù di successo. Accanto a loro, la squadra di docenti storici del nostro gruppo di formazione che vedrà impegnati i migliori professionisti locali. Coinvolgeremo tutto il territorio. Gli eventi formativi saranno itineranti e dunque non in un solo borgo ma in più borghi della Costiera.

L’augurio, per il 2020 è di iniziare a pensare a ciascun paese come stella da far godere di luce propria, e concepire la Costa d’Amalfi come Costellazione capace di generare le energie necessarie” per brillare insieme.

Il Distretto Turistico Costa d’Amalfi accoglie vivamente tutte le iniziative e le collaborazioni rivolte allo sviluppo, all’orientamento e alla crescita del territorio”.

Intenso il calendario dei 17 Corsi di Formazione Professionale. Da gennaio a marzo avranno luogo i Corsi di Spagnolo con Raffaella Gambardella ed quello di Inglese per Operatori Turistici con Ivana Irace . Dal 13 – 17 Gennaio presso il Centro Culturale Pane Praiano e dal 20 – 24 Gennaio presso la Proloco di Vietri sul Mare si terrà il corso “Food And Beverage Management” con il docente Massimo Porzio. Dal 20 al 23 Gennaio presso il Centro Culturale Pane di Praiano il Web Marketing Turistico con il docente Giuseppe Arturo. Il 27 Gennaio toccherà a Maiori con il Corso “L’albergo tra costi e ricavi”, docente Serena Furco. Il 28 Gennaio, presso il Centro “Pane” di Praiano avrà luogo il corso “La Corrispondenza Alberghiera Efficace”, docente Agostino Piccolo. Il 29 Gennaio ancora a Maiori un corso sulla Contabilità Analitica Generale. Dall’11 Febbraio i Corsi della scuola Holden di Alessandro Baricco sullo storytelling.

Il 2020 sarà anche l’anno della sostenibilità, assicura Ferraioli. “Radio24 durante la trasmissione ‘Si può fare’ ha voluto onorare il progetto ‘Authentic Amalfi Coast’ con il premio ‘Altro Pianeta’ che la redazione del programma assegna settimanalmente a cittadini, imprese o iniziative sul territorio meritevoli per la loro attenzione all’ambiente e allo sviluppo sostenibile. Li ringraziamo e siamo concentrati sul fare di più e meglio. La Costa d’Amalfi è un sito dall’ecosistema fragile. Nel 2019 abbiamo inaugurato il marchio “Authentic Amalfi Coast” con il suo Codice Etico al quale le imprese devono aderire se ne vogliono essere parte. Abbiamo dato inizio ad una serie di azioni importanti – ha concluso Ferraioli – non contro l’uso della plastica ma che potranno dare vita ad un’economia sostenibile. Ad esempio abbiamo consegnato 5000 borracce agli studenti delle scuole per evitare l’uso e getta ed abbattere le emissioni di CO2. Aspiriamo a generare un cambiamento culturale e ambientale che dai più giovani riesca a coinvolgere tutti tramite tale progetto che è stato promosso e realizzato dalla Rete per lo Sviluppo Sostenibile e Turistico della Costiera che è il braccio operativo del Distretto Turistico formato al suo interno da circa 60 imprese e dalle 14 amministrazioni comunali dei paesi della Costiera. E’ poi arrivata Junker la App per i cittadini e i turisti che finalmente aiuterà a fare la differenziata in maniera semplice, veloce e soprattutto senza errori e si tratta dell’unica app in Europa che scansionando con lo smartphone il codice a barre del prodotto, indica in maniera certa e immediata il corretto contenitore della raccolta differenziata nel quale depositare il rifiuto. In Costiera abbiamo comunque una differenziata alta ed un mare senza plastica. Però abbiamo voluto “pattugliare” la Costiera con un catamarano da Vietri a Positano e viceversa. Il territorio sta diventando laboratorio per startup green come nel caso di Litter Hunter il robot marino. Su tutte le spiagge abbiamo dato vita ad una grande campagna di comunicazione e di informazione sulla raccolta differenziata e l’uso della plastica. Nel 2019 abbiamo anche chiuso il contratto di Sviluppo con Invitalia per investimenti pari a circa 28 MLN di Euro. Nel 2020 installeremo 35 colonnine per auto elettriche lungo l’intera Costiera Amalfitana e daremo vita ad altre iniziative che saranno in grado di sviluppare l’economia circolare”.