Country Garden evita in extremis l’ennesimo default made in China

31

Country Garden, uno dei giganti del settore immobiliare cinese tra i più indebitati al mondo, paga le cedole su due bond entro il periodo di grazia di 30 giorni dopo aver mancato la data di scadenza effettiva iniziale del 7 agosto. Lo riporta Bloomberg, aggiungendo che lo sviluppatore immobiliare cinese evita così il suo primo default portando un po’ di tregua nel mezzo di una crisi di liquidità che scuote i mercati finanziari della nazione. Country Garden informa del pagamento i creditori. Paga un totale di 22,5 milioni di dollari.