Covid, al Policlinico Vanvitelli di Napoli un ambulatorio per i bambini che hanno avuto il Covid

51
in foto il Policlinico Vanvitelli

L’Azienda ospedaliera universitaria “Luigi Vanvitelli” di Napoli ha attivato il primo ambulatorio pediatrico per monitorare i piccoli pazienti che hanno contratto il Sars-Cov-2. Il reparto di alta specializzazione Malattie respiratorie pediatriche, coordinato dal professore Michele Miraglia del Giudice, raccogliendo le istanze provenienti dal territorio, ha realizzato un percorso di follow-up per il bambino con manifestazioni respiratorie post Covid. Per accedere all’ambulatorio basterà prenotare presso il Cup una visita pneumologica pediatrica. La visita (team composto dal professore Fabio Decimo e dalla dottoressa Cristiana Indolfi) si effettuerà seguendo tre diversi step: test spirometrico (test della funzionalità respiratoria); test del cammino(6 minuti per valutare la frequenza cardiaca e la saturazione dell’ossigeno); ecografia polmonare (eseguito presso il reparto di Radiologia). “Il 5% dei bambini ha contratto il virus e di questi il 6% ha rivelato complicanze respiratorie anche dopo la negativizzazione mostrando, per lungo tempo, tosse, dispnea e cefalea”, spiega del Giudice. “L’attivazione di questo ambulatorio dimostra la costante attenzione che l’Azienda ospedaliera universitaria ha verso i bambini contagiati dal virus, grazie al fondamentale gioco di squadra Policlinico-territorio è stato attivato un preciso follow up che consentirà un completo monitoraggio”, spiega Antonio Giordano, direttore generale del Policlinico Vanvitelli.