Covid: Cuperlo, ‘noi triestini tolleranti ma ora basta, adesso c’è preoccupazione’ (2)

7

(Adnkronos) – “C’è un focolaio e c’è preoccupazione. La percentuale di vaccinati a Trieste è più bassa della media nazionale -sottolinea Cuperlo- e occorre capacità di istituzioni sanitarie e politiche, un lavoro congiunto che favorisca il raggiungimento della percentuale di vaccinati in Italia che ormai si sta spingendo verso il 90 per cento. In questo senso, le parole del presidente Fedriga sono state molto chiare”.