Covid, De Luca: Molti contagi? La prevenzione sta funzionando. Ma Caldoro: Serve un commissario

225
in foto Vincenzo De Luca e Stefano Caldoro in una immagine d'archivio

“Da quando con l’ordinanza regionale del 12 agosto la Regione Campania ha reso obbligatori i tamponi e l’isolamento domiciliare per tutti i cittadini campani di ritorno dall’estero o da territori a rischio, prosegue con risultati di grande efficacia il Piano sicurezza e prevenzione. E’ in atto un filtro fortissimo in aeroporto, nei porti e nei territori. Occorre continuare così, sino all’esaurimento dell’onda dei rientri, in maniera capillare e quasi ossessiva il lavoro di individuazione dei contagi da importazione e dei contatti diretti e indiretti”. Lo dichiara il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, commentando il dato record di 270 nuovi casi di coronavirus individuati in regione nelle ultime 24 ore. De Luca ricorda che “ogni contagiato che individuiamo oggi significa 10 contagi in meno tra un mese. Stiamo raddoppiando anche il numero dei tamponi eseguiti. E’ un lavoro essenziale – spiega – per garantire il permanere delle condizioni di sicurezza e serenità conquistate nei mesi scorsi, prima delle aperture generalizzate in tutta Italia”. De Luca ringrazia “per l’impegno eccezionale il personale sanitario, il personale dei laboratori e dell’Istituto zooprofilattico per lo sforzo enorme messo in atto già da inizio agosto. Invito i nostri concittadini provenienti da fuori regione a segnalarsi tempestivamente alle Asl di appartenenza, rimanendo nelle proprie abitazioni, fino all’esecuzione del tampone e alla notifica del risultato. E’ importante per la sicurezza loro, delle loro famiglie, e delle nostre comunità”, conclude De Luca.

Il candidato del centrodestra attacca
“I dati di oggi dicono che la Campania di De Luca è prima in Italia per contagiati. Un nuovo record negativo di cui avremmo fatto volentieri a meno. Un numero altissimo, nonostante i pochi tamponi effettuati rispetto ad altre Regioni d’Italia”. Lo dichiara Stefano Caldoro, candidato del centrodestra alla presidenza della Regione Campania. “Niente scuse, basta battute – prosegue Caldoro – serve un commissario che si occupi seriamente della salute dei cittadini campani. De Luca dimostra di non avere la lucidità per guidare la Regione in questa fase così delicata. Per fare campagna elettorale mette a rischio la salute dei cittadini, tiene bassi i tamponi per nascondere i veri dati dei contagiati, vuole tenere chiuse scuole e attività commerciali senza una ragione reale. Si comporta come un dittatorello sudamericano, che se ne frega delle condizioni di salute e di vita del proprio popolo”, conclude Caldoro.