Covid, De Magistris: Napoli, ospedali allo stremo. E in quelli più attrezzati la pressione è altissima

117
in foto Luigi de Magistris

“Gli ospedali cittadini sono allo stremo. La situazione a Napoli e in Campania è molto complicata”. Così il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, a Tagadà su La7. “Se si guardano le schede grafiche – ha aggiunto – sembra che la situazione sia sotto controllo ma invece la pressione è altissima soprattutto sugli ospedali più attrezzati. Il tema dei posti letto di terapia intensiva sulla carta è un discorso annoso che va avanti da un anno”. E sulla situazione nazionale: “Ancora una volta sto vedendo un’assenza di coordinamento e discriminazione territoriale. Visto che il governo Draghi si presenta come quello che dovrebbe fare il piano vaccinale in tempi record, mi auguro che dia un indirizzo nazionale e che la si smetta con la discriminazione territoriale per cui in alcune regioni proprio non si riesce a fare i vaccini”. Rispetto al tema dei “furbetti del vaccino”, de Magistris ha affermato: “Vedo cose curiose come quelle relative alle categorie professionali quando invece abbiamo immunodepressi che da un anno non escono, diversamente abili che non sono ancora vaccinati, dipendenti di uffici che sono stati in prima linea anche durante il lockdown che non sono vaccinati. Bisogna andare piu’ veloci per evitare figli e figliastri”.