Covid: inchiesta su dati falsi pandemia, ai domiciliari dirigente Assessorato Sanità

17

Palermo, 30 mar. (Adnkronos) – C’è anche la dirigente generale del Dasoe, il Dipartimento per le attività sanitarie Maria Letizia Di Liberti tra gli arrestati dell’inchiesta della Procura di Trapani sui falsi dati della pandemia a Trapani. Ai domiciliari pure il funzionario della Regione Salvatore Cusimano e il dipendente di una società che si occupa della gestione informatica dei dati dell’assessorato Emilio Madonia. A fare nascere l’indagine, coordinata dal Procuratore Maurizio Agnello, la scoperta che in un laboratorio di Alcamo (Trapani), sarebbero stati forniti dati falsati su decine di tamponi. Ecco perché l’inchiesta è coordinata da Trapani. A confermare le alterazioni dei dati inviati all’Iss ci sarebbero diverse intercettazioni.