Covid, intesa tra Regione e medici di base: semplificata l’uscita dalla quarantena e test antigenici presso gli ambulatori

117

La Regione ha approvato oggi una serie di delibere che puntano “a migliorare ulteriormente la qualità dell’assistenza, con il coinvolgimento dei medici specialisti ambulatoriali”. Lo rende noto un comunicato sui lavori della giunta di Palazzo Santa Lucia. Si tratta di provvedimenti assunti “in attuazione del nuovo Accordo Stralcio” della medicina generale e che rappresentano uno “specifico accordo integrativo regionale”, che “favorisce la crescita della medicina specialistica in ambulatorio e presso il domicilio del paziente con la piena collaborazione con i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta”.
Previsto dunque “il coinvolgimento attivo del medici di medicina generale nella sorveglianza epidemiologica Covid-19”. Avranno un ruolo nel semplificare l’uscita dall’isolamento per chi è in quarantena e, “nell’ambito del Piano di Potenziamento e Riorganizzazione della rete di assistenza territoriale”, nell’esecuzione del “test antigenico rapido per la ricerca di positivi”. Prevista anche “la revisione del protocollo operativo delle Unità Speciali di Continuità Assistenziale (Usca)”.