Covid, l’annuncio di De Luca: Siamo in zona rossa. La situazione degli ospedali sarà presto insostenibile

34
in foto Vincenzo De Luca (Imagoeconomica)

“Siamo in zona rossa perché questo livello di contagio non si può reggere”. Lo dice il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, durante la consueta diretta social. “Abbiamo una ricaduta sulla rete ospedaliera grande e alla lunga insostenibile. Abbiamo già un appesantimento sugli ospedali, in particolare sul Cardarelli. E’ evidente che bisogna prendere misure eccezionali”, aggiunge.

All’origine di questa situazione ci sono le varianti, quella inglese su tutte, che “è estremamente aggressiva e tocca i più giovani” ma anche “i comportamenti scorretti, il clima di rilassamento dei giorni scorsi”. E c’è soprattutto l’assenza di controlli: “Da settimane l’Italia è abbandonata a se stessa. Ci sono sindaci di alcune grandi città che non hanno fatto niente, niente, anzi fino a qualche giorno fa incentivavano aperture serali senza esercitare alcuna forma di controllo”. E così da lunedì scatteranno nuove e più pesanti restrizioni. Chiuse tutte le attività commerciali, anche barbieri e parrucchieri, eccetto i negozi di generi alimentari e di prima necessità, oltre edicole, tabaccai, farmacie e parafarmacie. Vietato ogni spostamento in entrata e in uscita e all’interno degli stessi Comuni, salvo per comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o di salute, per fare qualche esempio.