Covid, l’Oms: Omicron, entro gennaio in Europa arriveremo a 8 milioni di casi al giorno

41
(foto da Pixabay)

Variante Omicron, il picco dei contagi ci sarà in Europa entro entro gennaio con circa 8 milioni di casi al giorno. Ad affermarlo è l’Organizzazione mondiale della Sanità nel suo report settimana sullo stato del contagio da Covid nel mondo.

“Una tale dimensione” di contagi di Covid-19 “non ha eguali in questa pandemia e sta schiacciando i sistemi di test e tracciamento, oltre a esercitare un’intensa pressione sugli operatori sanitari. Ciò è dovuto all’elevata trasmissibilità della variante Omicron” ha scritto su Twitter Hans Kluge, direttore regionale per l’Europa dell’Organizzazione mondiale della sanità.
“È probabile che i sistemi di test e tracciamento identifichino molte persone asintomatiche con Omicron. I governi dovrebbero adattare le priorità di tracciamento dei contatti sulla base allo scenario di trasmissione e dare la priorità alla tracciabilità dei contatti se il Covid-19 non è controllato e la capacità è sopraffatta”, ha aggiunto Kluge.

Inoltre, ha sottolineato che “l’uso dei 5 stabilizzatori della pandemia (vaccinazione, richiamo, uso di mascherine, ventilazione, farmaci antivirali e altri farmaci efficaci) in questo periodo sarà più importante che mai per ridurre la gravità della malattia, la mortalità e il peso per i servizi sanitari”.

“Omicron richiede a tutti noi di assumersi la responsabilità individuale: ricevere l’intera serie di vaccinazioni, compresi i richiami; se sintomatici sottoporsi a test e mettersi in isolamento. Ciò proteggerà sia le persone sia i sistemi sanitari, che hanno urgente bisogno di fornire servizi non legati al Covid-19 (traumi, malattie cardiovascolari, cancro…)” ha scritto Kluge.