Covid, terapie intensive piene al 18%, ben oltre la soglia critica. Boom in Campania e in altre 11 regioni

59
(Imagoeconomica)

Continua a crescere la pressione dei pazienti Covid sulle strutture sanitarie. A rivelarlo è il monitoraggio di Agenas, l’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali. In Italia il tasso di occupazione delle terapie intensive è pari al 18% (ampiamente sopra la soglia critica del 10%), in crescita di un punto percentuale rispetto a ieri, mentre in area non critica il tasso è pari al 27% (in crescita sempre di un punto percentuale rispetto a ventiquattro ore prima), a fronte di una soglia critica fissata al 15 per cento. L’occupazione delle terapie intensive, nello specifico, risulta in crescita in 11 regioni (Abruzzo, Calabria, Campania, Lombardia, Provincia autonoma di Trento, in Piemonte, in Puglia, in Sardegna, in Sicilia, in Toscana, in Umbria). In area non critica, invece, il tasso di occupazione risulta in aumento in 13 regioni (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Provincia autonoma di Trento, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Valle d’Aosta e Veneto).