Credito, crollano le richieste di mutuo in Campania: meno 7,7% in un anno

27

Per quanto riguarda la Campania, dallo studio di CRIF emerge come nel 2017 il numero di richieste di nuovi mutui e surroghe abbia fatto segnare una flessione del -7,7% rispetto al 2016, ottenendo una miglior performance rispetto al trend nazionale, pari a -10,3%. Nel dettaglio provinciale, Avellino e Benevento si distinguono per le contrazioni più marcate, entrambe pari a -14,9%, mentre le variazioni più contenute si osservano nelle province di Salerno (-4,3%) e Caserta (-4,6%). Per quanto riguarda il numero di richieste di prestiti finalizzati all’acquisto di beni/servizi (quali auto e moto, arredo, elettronica ed elettrodomestici, ma anche viaggi, spese mediche, palestre ecc.), nel 2017 la Campania segna una lieve crescita del +0,3%, mostrando segnali contro tendenti all’andamento nazionale (-0,8%). A livello provinciale, si individuano tuttavia performance contrastanti: da un lato, Avellino, con la flessione più accentuata, pari a -7,6%; sull’altro versante, si collocano Napoli, con un incremento del numero di richieste del +1,6%, e Caserta, con una variazione del +1,3%, le uniche in crescita. Per quanto riguarda i prestiti personali, la Campania chiude il 2017 con una crescita del +9,4%, superando il dato nazionale che si attesta a +5,4%. Nel dettaglio, in tutte le province si osserva un incremento del numero di richieste, ma la variazione più consistente si rileva nella provincia di Avellino, pari a +12,0%, seguita da Caserta (+9,8%). Salerno è la provincia dove si individua l’incremento più modesto, pari a +5,5%.