Credito di imposta, subito 25 milioni di euro dalla Regione: ecco come funziona

43
 
 
Venticinque milioni di euro per la prima fase di attuazione del Credito di imposta per gli investimenti. I dettagli della misura sono stati illustrati questa mattina in conferenza stampa dal presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e dagli assessori regionali alle Attività produttive Amedeo Lepore e al Lavoro Sonia Palmieri.
 
L’importo complessivo
Con la Delibera 173 del 26 aprile 2016 è stato ratificato il Patto per lo Sviluppo della Regione Campania, sottoscritto in data 24 aprile 2016 tra il Presidente del Consiglio dei Ministri ed il Presidente della Regione Campania. Il Patto individua il “Credito di Imposta” quale strumento strategico, da finanziare, a valere su risorse nazionali e regionali, per un importo complessivo 500 milioni di euro
 
Le risorse 
Con la Delibera 161 del 19 aprile 2016, si è provveduto a dare avvio all’attuazione dello strumento agevolativo “Credito di Imposta per investimenti”, per le imprese che acquistano beni strumentali nuovi destinati a strutture produttive ubicate in Campania, destinando in fase di prima applicazione € 25.000.076,00 e programmando ulteriori risorse fino a soddisfare la domanda potenziale stimata in circa 306 Meuro.
 
Natura dell’agevolazione
Il Credito di imposta è utilizzabile in Compensazione con altre imposte e contributi nell’anno in cui viene effettuato l’investimento.
 
Beneficiari
Il Credito di imposta può essere riconosciuto a favore di tutti quei soggetti che, ai fini fiscali, producono formalmente reddito di impresa, a prescindere da forma giuridica, categoria dimensionale, regime contabile adottato. Ciò che varia è l’intensità della misura 20% per le piccole imprese, 15% per le medie imprese, 10% per le grandi imprese.
 
Esclusi
Non possono usufruire della misura le imprese in difficoltà o quelle che operano nei seguenti settori industria siderurgica, industria carbonifera, fibre sintetiche, costruzione navale, trasporti e relative infrastrutture, produzione e distribuzione di energia e delle infrastrutture energetiche, settore Creditizio, finanziario e assicurativo.
 
Beni agevolabili
Il Credito d’imposta è attribuito in relazione agli investimenti relativi all’acquisto di beni strumentali nuovi, anche mediante Contratti di locazione finanziaria, di macchinar, impianti, attrezzature varie destinati a strutture produttive già esistenti o che vengono impiantate nel territorio.
 
Ambito temporale dell’incentivo
Il Credito d’imposta è attribuito in relazione agli investimenti realizzati a decorrere dal 1 gennaio 2016 al 31 dicembre 2019.
 
Domanda e scadenza
| Soggetti titolari di reddito d’impresa che intendono beneficiare del Credito d’imposta dovranno compilare il modello elaborato dalle Agenzia delle Entrate e trasmetterlo telematicamente utilizzando il software denominato “Creditoinvestimentisud”, disponibile gratuitamente sul sito internet a partire dal 30 giugno 2016 fino al 31 dicembre 2019.