Credito d’imposta Formazione 4.0: le nuove aliquote del Decreto Aiuti

202

Arrivano buone notizie per le piccole e medie imprese che hanno intenzione di investire nella Formazione 4.0 dei propri dipendenti. Il Consiglio dei Ministri ha, infatti, approvato il Decreto Aiuti che, tra le altre misure, prevede l’aumento delle aliquote di credito d’imposta che scatta con l’attivazione della Formazione 4.0.

Ed è su questa nuova e potenziata occasione che si sofferma L’incentivo del lunedì di questa settimana, a cura di Time Vision.

Il Decreto Aiuti 2022 e il credito d’imposta Formazione 4.0

Il Decreto Aiutii, come detto, ha introdotto un aumento delle aliquote per il credito d’imposta, e cioè: 

  • 70% delle spese per le piccole imprese (massimo annuale di 300.000 euro)
  • 50% delle spese per le medie imprese (massimo annuale di 250.000€)
  • 30% delle spese per le grandi imprese (massimo annuale di 250.000€)

Ci sono, però, due condizioni che devono verificarsi per ottenere questo aumento di credito d’imposta:

  • le attività formative devono essere erogate dai soggetti individuati con decreto del Ministro dello sviluppo economico da adottare entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto
  • e i risultati relativi all’acquisizione o al consolidamento delle suddette competenze devono essere certificati secondo le modalità stabilite con il decreto stesso.

Gli obiettivi del Decreto Aiuti per la Formazione 4.0

Gli obiettivi di questa modifica, come sottolinea il Governo, sono legati principalmente al rendere più efficace il processo di trasformazione tecnologica e digitale delle piccole e medie imprese, con specifico riferimento alla qualificazione delle competenze del personale. 

Questo perché, almeno per il momento, il beneficio fiscale del credito d’imposta relativo alla Formazione 4.0 è valido per tutto il 2022. Non ci sono ancora notizie ufficiali su eventuali proroghe per i prossimi anni.

Time Vision, proprio di recente, ha potenziato e modificato il proprio catalogo formativo in chiave 4.0, alla luce delle ritrovate esigenze digitali manifestate dalle aziende. 

Cosa rientra nei crediti d’imposta Formazione 4.0?

Anche per tutto il 2022, dunque, le aziende interessate ad intraprendere percorsi di Formazione 4.0, potranno beneficiare del credito d’imposta a coprire: 

  • le spese di personale relative ai formatori per le ore di partecipazione alla formazione;
  • le spese di viaggio dei formatori, i materiali e le forniture con attinenza diretta al progetto, l’ammortamento degli strumenti e delle attrezzature per la quota da riferire al loro uso esclusivo per il
    progetto di formazione; sono escluse le spese di alloggio, ad eccezione delle spese di alloggio minime necessarie per i partecipanti che sono lavoratori con disabilità;
  • i costi dei servizi di consulenza connessi al progetto di formazione;
  • le spese di personale relative ai partecipanti alla formazione e spese amministrative, locazione, spese generali per le ore durante le quali i partecipanti hanno seguito la formazione.

Per maggiori informazioni: https://www.timevision.it/formazione4-0/

                                       https://www.timevision.it/