Credito d’imposta per investimenti pubblicitari, via al bando da 62,5 milioni di euro

138

Investimenti in pubblicità: al via il credito di imposta destinato alle imprese e ai lavoratori autonomi, indipendentemente dalla natura giuridica assunta, dalle dimensioni aziendali e dal regime contabile adottato e agli Enti non commerciali. Saranno detraibili gli investimenti in campagne pubblicitarie sulla stampa quotidiana e periodica, anche on-line e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali, analogiche o digitali, effettuati a partire dal primo gennaio 2018, il cui valore superi di almeno l’1 per cento gli analoghi investimenti effettuati sugli stessi mezzi di informazione nell’anno precedente.
Gli investimenti incrementali ammessi al bonus saranno quelli riferiti all’acquisto di spazi pubblicitari e inserzioni commerciali, effettuati esclusivamente su giornali quotidiani e periodici, pubblicati in edizione cartacea o editi in formato digitale, oppure nell’ambito della programmazione di emittenti televisive e radiofoniche locali, analogiche o digitali.
La cifra massima disponibile per il bando nazionale, sarà pari a 62.5 milioni di euro. Il credito d’imposta è pari al 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati, tenendo conto del limite massimo complessivo delle risorse di bilancio annualmente appositamente stanziate.
L’intensità dell’incentivo potrà essere elevata al 90% nel caso di microimprese, piccole e medie imprese e nel caso di start-up innovative. Per partecipare c’è tempo fino al prossimo 22 ottobre.