Cresce la voglia di vacanza in Italia dei russi, in campo anche il Consolato di Napoli

465
In foto Vincenzo Schiavo
Non è solo un disastro in un cammino impervio ma è indubbio che la Russia e la Cina , non hanno avuto facilità di penetrazione nei punti nevralgici dell’impianto italiano economico e imprenditoriale per i noti veti imposti. Ora si tratta indipendentemente da come ci si augura che finirà questo dramma epocale, di fare chiarezza su molti punti restati in sospeso e in particolare, la favorevole tendenza russa ad avvicinarsi come turismo alle amenità della nostra penisola., come relaziona Claudio Buono su ‘ Melandro News’ : La voglia di trascorrere le vacanze estive in Italia sale fra i turisti russi. L’estate passata infatti,  la metà dei tour operator russi ha segnalato  un aumento delle vendite dei pacchetti turistici , con

destinazione Italia tra il 10 e il 15% rispetto al 2018. E nei primi tre mesi del 2019 si è registrato un aumento dei flussi del 21,9%. E’ quanto rileva l’Ufficio studi dell’Enit in un dossier sul mercato turistico russo, attraverso un monitoraggio della sede estera Enit. L’Italia si posiziona al terzo posto dopo Turchia e Thailandia fra i Paesi più visitati al mondo dai turisti russi. Alberghi extra lusso, terme, visite in montagna e al mare, ma non solo. Fra le mete dei russi alla scoperta della cultura italiana anche i BORGHI meno noti. “Questo – dice il Sindaco di Sant’Angelo le Fratte – è un trend crescente e positivo che riguarda i russi, senza dubbio ci sono in Italia delle città meravigliose ma il grande valore si trova nelle province, nei borghi meno noti ed anche nei piccoli Comuni. Aumenta fra i russi il turismo enogastronomico che ben si abbina con la voglia di conoscere le tradizioni come quelle culinarie e paesaggistiche, come Ia rete dei Borghi BEL (Borghi Eccellenti Lucani) – dice il Sindaco Laurino Michele – con trenta Borghi Lucani aderenti di cui Sant’Angelo le Fratte capofila potrebbero diventare una meta da scoprire per i Russi”. Un primo cordiale incontro, utile per porre le basi di una futura collaborazione, Il 4 Marzo, il sindaco di Sant’Angelo le Fratte (Pz) ha incontrato il console Onorario della Federazione Russa in Campania, Vincenzo Schiavo. I nostri rapporti – dice Laurino – possono avere una straordinaria potenzialità con la rete dei Borghi BEL . Per questo motivo sto lavorando al collegamento diretto tramite il Console Schiavo per discutere di una possibile collaborazione che può portare grossi benefici, dal punto di visto economico e turistico ai borghi Lucani. Possiamo avere tanti progetti dentro un’unica strategia. Sul tavolo la possibilità di collaborazione e sviluppo in ambito economico, turistico e culturale. A partire dal progetto Borghi BEL. “Ho conosciuto, qualche giorno fa il bel Borgo di Sant’Angelo le Fratte su invito del Sindaco Michele Laurino, le sue bellezze mi hanno lasciato un’impressione profonda – ha esordito il Console Vincenzo Schiavo che poi si è concentrato sulle possibili collaborazioni in ambito economico, turistico e culturale. Spero di poter dare il giusto contributo per promuovere la cooperazione della rete dei Borghi BEL con l’impegno di portare a Breve in Basilicata tour operator Russi in visita nei Borghi BEL ad iniziare da Sant’Angelo le Fratte”.