Crescenzio Sepe presidente onorario Comitato Confraternite Pro Unesco

148
In foto il cardinale e arcivescovo di Napoli, Crescenzio Sepe

E’ stato costituito a Napoli il ‘Comitato per il riconoscimento delle Confraternite come Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità presso l’Unesco-Onu’. Lo scopo del ‘Comitato’ è quello di salvaguardare, tutelare e valorizzare il Patrimonio Immateriale e Materiale delle Confraternite – quali aggregazioni laicali, culturali e sociali sorte fin dal XV secolo – e di promuovere tutte le iniziative tese a conservare e tramandare la loro memoria storica e le loro tradizioni, espressioni di valori sociali e culturali ancora di grande attualità. Il cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo metropolita di Napoli, è il presidente onorario del ‘Comitato Confraternite pro Unesco’, fortemente voluto da Alfonso Morvillo, direttore del Cnr-Iriss e da padre Salvatore Fratellanza, presidente del ‘Comitato di Gestione delle Arciconfraternite Commissariate’. Tra i membri promotori ci sono anche Daniela Rinaldini, Pasquale Persico, Marcella De Martino, padre Giuseppe Tufo e Italo Pica.Per il riconoscimento di Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità presso l’Unesco-Onu, e per rafforzare lo spirito identitario e i principi umanitari di cui le Confraternite sono portatrici, si parte da Napoli, capofila dell’iniziativa, con l’intento di avviare una collaborazione internazionale, nella convinzione che i valori che si intendono difendere, promuovere e trasmettere siano universalmente riconosciuti, sebbene l’engagement e le specifiche manifestazioni delle comunità locali differscano territorialmente.