Crimea, bomba in un college: 13 morti e molti feriti

3

Mosca, 17 ott. (AdnKronos) – Tredici persone sono morte e altre 50 sono rimaste ferite in un’esplosione avvenuta in un istituto politecnico di Kerch, in Crimea. Lo ha reso noto la portavoce della Commissione inquirente russa, Svetlana Petrenko, citata dall’agenzia Tass, confermando che la maggior parte delle vittime sono ragazzi.

L’esplosione registrata al Politecnico di Kerch ha provocato la morte di 13 persone e il ferimento di 50, ha reso noto la portavoce della Commissione inquirente russa, Svetlana Petrenko, citata dall’agenzia Tass, confermando che la maggior parte delle vittime sono ragazzi.

L’esplosione, secondo quanto affermato dal comitato nazionale antiterrorismo ai giornalisti, sarebbe stata causata da un ordigno esplosivo non identificato. Dmitry Peskov, portavoce del Cremlino, non esclude l’ipotesi terrorismo. L’ipotesi, ha detto Peskov, “viene valutata”.

Il Politecnico di Kerch è una istituzione nata nel 1930 per formare il personale per il polo metallurgico di Kamysh-Burun e di Voikov. Sono 16 le specializzazioni. E 300 le matricole iscritte ogni anno.