Criminalità, a Vibo Valentia il primato per gli omicidi. Napoli regina degli scippi

156

Vibo Valentia per gli omicidi volontari, Napoli per i furti con strappo (più comunemente gli scippi) e Barletta- Andria-Trani per le auto rubate. Sono alcuni dei record negativi che si incontrano passando in rassegna le classifiche per l’incidenza di denunce ogni 100mila abitanti relative alle principali tipologie di reato, pubblicati dal ‘Sole 24 Ore’ che ha analizzato la situazione della criminalità nelle 107 province del nostro paese. Nelle province di Asti, Ravenna e Firenze crescono i furti nelle abitazioni, tanto da far salire queste città sul podio, osserva il quotidiano. In altre località la lotta al crimine o la maggiore predisposizione alla denuncia da parte dei cittadini fanno emergere particolari fenomeni illeciti: Foggia, ad esempio, è in testa per numero di estorsioni ogni 100mila abitanti, seguita da Novara e Milano. Più in generale, osserva il quotidiano, diversi primati negativi emergono delle grandi aree metropolitane: il capoluogo lombardo figura tra le cinque peggiori province in nove tipologie di reati, quindi la metà di quelli considerati. È prima per numero totale di furti denunciati, oltre che in quelli negli esercizi commerciali e in quelli con destrezza (in salita del 10,1% sul 2017); è seconda, dietro Napoli, per scippi e rapine.