Crisi Anm e Ctp, De Luca scarica il Comune di Napoli

240

 

Sulla crisi del trasporto pubblico e in particolare sui problemi di Anm e Ctp a Napoli “leggo sui giornali una gran confusione sulle competenze delle diverse istituzioni, continua l’idea che la Regione sia il bancomat universale, invece ognuno fa il proprio dovere per le proprie responsabilità”. Lo ha detto Vincenzo De Luca, governatore della Campania, nel corso del suo intervento settimanale a Lira Tv. “Noi – ha spiegato De Luca – avevamo la responsabilità dell’Eav e l’abbiamo risolta lavorandoci per un anno e mezzo. So che ci sono situazioni critiche per Anm e Ctp in provincia Napoli ma vorrei rendere chiaro che l’Anm è al 100% del Comune e dipende dal Comune, il Ctp è della Città Metropolitana e il problema va risolto in quell’ambito”. Ancora sui trasporti in Campania, De Luca ha aggiunto: “Ricordo che abbiamo aperto cantieri nel quartiere Miano, a Napoli, poi a Quarto, fra qualche giorno andiamo nel Rione Scampia e proseguiremo aprendo 10-11 cantieri per un importo di 600 milioni di euro e centinaia di posti di lavoro. Ricordo anche che la Regione ha subito un taglio generale nei trasferimenti dallo Stato di 270 milioni e un taglio sul fondo per i trasporti di 30 milioni e, nonostante questo, abbiamo trasferito alle aziende le stesse risorse”.