Crisi: Calenda, un G20 straordinario per affrontare instabilità internazionale

53

L’aumento delle aree di crisi e confronto geopolitico (Ucraina, Siria, Nord Africa, Corea, Mar Cinese meridionale etc..), l’instabilità valutaria e nelle quotazioni delle materie prime, la crisi dei BRICS stanno portando la situazione internazionale rapidamente oltre la soglia di guardia. Il rischio che tutti questi fattori si saldino e creino un vero e proprio terremoto globale è più che concreto“. E’ quanto dichiara in una nota il viceministro allo Sviluppo Economico Carlo Calenda. “È del tutto evidente – sottolinea Calenda – che vi è una carenza di governance economica e politica che non è più sostenibile. È fondamentale che si dia vita ad un’iniziativa straordinaria che punti a ricomporre le fratture e a identificare meccanismi di coordinamento efficaci“. “Una conferenza straordinaria del G20 potrebbe essere il foro appropriato. Sarebbe importante – conclude il Vice Ministro – che durante il prossimo appuntamento del Gruppo dei venti i principali paesi europei la proponessero“.